martedì 19 novembre 2019, ore
HOME
IL COMMENTO - Juventus-Bologna, Sabatini: "Il regolamento parla chiaro: non è rigore"
21.10.2019 12:31

Sandro Sabatini ha risposto alle domande degli ascoltatori di Radio Sportiva durante il "Microfono Aperto".

 

SULLE PAROLE DI GASPERINI: "Il rigore del 3-3 non si discute, quello del 1-3 è da Var. Il contatto c'è, dalla tv Immobile perde l'equilibrio per il tocco di Palomino. E' una questione di centimetri, ma il rigore c'è. Gasperini si portava dietro qualcosa dalla semifinale di coppa Italia".

 

SU MAZZARRI: "Se il Torino continuerà così il cambio di allenatore sarà inevitabile, e anche opportuno. Se la squadra non è sicura di se stessa è un rischio cambiare tanto, può perdere anche le poche certezze che ha".

 

SUL MILAN: "L'ho visto bene ieri sera, il 1° tempo poteva chiuderlo 2 o 3 a 0. Nella ripresa è subentrata la paura dopo che il Lecce l'aveva riaperta con un regalo di Conte".

 

SU SUSO: "C'è tanta pressione su di lui. Non mi ha mai esaltato, è la classica ala che mette in difficoltà l'attaccante perché non la mette nel mezzo. Pioli può iniziare a sperimentare un Milan con due punte e quattro centrocampisti".

 

SU LAZARO E L'INTER: "E' costato 20 milioni, uno a minuto giocato. I giocatori che potevano alzare il livello dell'Inter, Nainggolan, Perisic e Icardi, sono stati tutti regalati. Non voglio essere troppo severo con l'Inter, ma se a fine gara Conte è così arrabbiato nonostante la vittoria significa che c'è qualcosa che non va. E non c'è niente di male se si analizza".

 

SU NAINGGOLAN, PERISIC E ICARDI: "Sono andati via per problemi di spogliatoio e questo lo capisco, ma credo che tutto debba essere proporzionato con i costi, le spese".

 

SUL RIGORE NON CONCESSO AL BOLOGNA NEL FINALE DELLA GARA CONTRO LA JUVENTUS: "Il regolamento parla chiaro: non è rigore, punto. Poi si possono condividere o meno le regole".
 

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>