martedì 12 novembre 2019, ore
HOME
L'INTERVISTA - Emanuela Iaquinta: "La Juve resta in pole, poi occhio all'Inter, senza dimenticare il Napoli di Ancelotti"
20.10.2019 01:12

Emanuela Iaquinta, volto noto del piccolo schermo, giornalista, co-conduttrice di Top Calcio 24, ha rilasciato un'intervista a Juventus Magazine.

 

- Che momento vive la Serie A?

 

"La serie A vive un momento di grande rivoluzione. Esempio: non succedeva da parecchi anni di vedere ben 7 cambi di panchina durante il mercato estivo prima di un inizio di stagione. Aggiungi che un grande direttore sportivo (Beppe Marotta, ndr) è andato a lavorare e conoscendolo, anche bene, in una delle squadre che mai un tifoso juventino potesse immaginare... Beh già questo è un segnale che le carte sul tavolo si sono rimescolate". 

 

- Qual è l’anti Juve?

 

"A parer mio l’Inter. Ha un ottimo allenatore, ex bianconero, che all’epoca della Juventus riuscì a risollevare l’intera squadra e a portarla a grandi risultati. Chissà se farà lo stesso con i nerazzurri...".

 

- Sarri sta piacendo ai tifosi della Juve?

 

"Dopo 5 anni con Massimiliano Allegri è stato un colpo al cuore sentire il nome di Sarri, soprattutto perché, diciamo la verità, ci si aspettava un altro tipo di allenatore. Siamo però all’ottava giornata di campionato e il tecnico sta già dimostrando tanto. Ha amalgamato la squadra con i nuovi acquisti, creato un nuovo modo di giocare e alzato la stima e dato più consapevolezza ai singoli giocatori. Direi quindi che sì, sta piacendo ai tifosi juventini".

 

- Che ne pensi di Conte all’Inter?

 

"Alla Juve aveva fatto un ottimo lavoro. Ama le sfide e portare l’inter a vincere lo scudetto o comunque a qualificarsi per la Champions è una bella sfida. Farà grandi cose, ne sono sicura".

 

- Un tuo parere su Ancelotti al Napoli...

 

"Ancelotti è uno degli allenatori più quotati e in gamba che ci siano a livello europeo. L’anno scorso ha fatto abbastanza bene ma con la squadra, le sue direttive, e soprattutto con le milanesi che non erano proprio al top, poteva fare molto di più. Ultimamente il presidente De Laurentis ha rilasciato delle dichiarazioni contro alcuni giocatori fondamentali nella rosa del Napoli, senza fare nessun accenno al Mister. Evidentemente non lo mette per nulla in discussione".

 

- Come vedi il cammino delle italiane in Champions?

 

"È ancora presto per parlarne. Vedremo. Spero che sia l’anno buono per la mia Juventus..ma non diciamolo troppo ad alta voce".

 

 

- Ti aspetti qualche sorpresa dal campionato?

 

"Si. Già il cambio panchina rossonero a soli due mesi dall’inizio di campionato, è stato un fulmine a ciel sereno. Non credete?".

 

- Sei cugina dell’ex campione Iaquinta, come si vive questa notorietà in famiglia?

 

"Io sono nata a Reggio Calabria, ma cresciuta in Svizzera. Sono sempre stata indipendente dalla mia famiglia di origine: i miei genitori si sono separati che avevo 12 anni e io sono andata a vivere da sola all’età di 18 anni, dopo essermi diplomata. Ho sempre lavorato in tv, pagando i miei studi e laurendomi così in scienze della comunicazione. Non ci sono stati grandi rapporti, ma devo dire che Vincenzo è stato un orgoglio, soprattutto perché ricordiamo che è campione del mondo!".

 

- Hai mai pensato di visitare Napoli o di venire più spesso al Sud?

 

"Se mi invitate, vengo volentieri!".

 

- Un tuo saluto ai nostri lettori...

 

"Un bacione a tutti, seguitemi sui miei canali social (Instagram: @manuiaquinta)".

 

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>