sabato 30 maggio 2020, ore
HOME
LECCE – Il d.s. Meluso: "Per il taglio stipendi non si può emulare la Juve perché ognuno ha le proprie esigenze, con i soldi che prendiamo dalle televisioni noi paghiamo i calciatori"
01.04.2020 17:22

Mauro Meluso, direttore sportivo del Lecce, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la trasmissione sportiva Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": “Chi ha ruoli dirigenziali in una società deve salvaguardare la salute di tutti quelli che gravitano intorno alla società, anche dei tifosi. L’obiettivo è quello. Poi dobbiamo scoprire gli scenari futuri perché siamo sempre un’azienda che produce spettacolo. Questa situazione chiaramente ha scombussolato i piani di tutti e tutti devono cercare di salvare la barca che sta navigando in acque tempestose. Lo scenario dipende da un elemento: il coronavirus deve essere sconfitto. Altrimenti qualunque discorso che facciamo può cadere tra 10 giorni. Ovviamente una linea deve essere tracciata e oltre un certo limite non si può andare con il calcio. Non si può sminuire il campionato. Taglio stipendi? Con i soldi che prendiamo dalle televisioni noi paghiamo i calciatori. Se ci fosse un passo indietro da parte di tutti si potrebbe trovare una soluzione. Ognuno ha le proprie dinamiche e non si può emulare il modello Juve perché ognuno ha le proprie esigenze. Alcuni giocatori hanno posticipato il pagamento di due mensilità e mezzo al prossimo anno, ma ci sono molti club che hanno giocatori in prestito e non si possono pagare gli stipendi a calciatori che rientrano nelle loro squadre. Al tavolo è necessario sedersi con tutte le parti in causa ed è necessario trovare un accordo venendosi incontro. I calciatori, i dirigenti, gli allenatori, stanno mostrando il loro lato umano”.

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>