mercoledì 27 gennaio 2021, ore
HOME
CHAMPIONS - Juventus-Dinamo Kiev 3-0: tris firmato Chiesa-CR7-Morata
02.12.2020 23:09 Fonte: Sport Mediaset

Juve sul velluto nel quinto turno di Champions League. Con gli ottavi già in tasca, all'Allianz Stadium i bianconeri battono la Dinamo Kiev 3-0 e tengono aperti i discorsi per il primo posto nel Gruppo G (al Camp Nou col Barça servirà però un'impresa). Perfettamente servito da Alex Sandro, Chiesa apre le danze di testa al 21', poi Ronaldo prima centra una traversa e poi raddoppia i conti al 57' con un tap-in vincente. Di Morata (66') il tris che blinda il risultato.

 

LE PAGELLE
Chiesa 7: lotta e corre con più ordine del solito, anche se ogni tanto Mykolenko gli scappa. Sulla destra ha spazio per spingere e prova spesso anche ad accentrarsi per andare al tiro. Sblocca la gara di testa con la complicità di Bushchan, poi innesca il raddoppio di CR7 e il tris di Morata
Ronaldo 7: parte a sinistra, ma svaria su tutto il fronte offensivo a caccia di occasioni con testardaggine. Nel primo tempo quando ha la palla per colpire centra la traversa, nella ripresa alla prima occasione buona invece va a bersaglio e segna il 750.mo gol in carriera tra club e nazionale con un tocco facile-facile. Nei bomber all time ora è dietro solo a Pelé, Romario e Josef "Pepi" Bican 
Morata 7: tanto lavoro di sponda spalle alla porta. Dà profondità alla manovra e si fa trovare sempre pronto sullo scarico centrale dei centromcapisti. Freddo davanti a Bushchan per il sesto gol in Champions stagionale
Alex Sandro 6,5: spinge e si propone con qualità, ma in fase di copertura dal suo lato la Juve va un po' in affanno. Serve l'assist a Chiesa e regala a CR7 un cioccolatino che il portoghese stampa sulla traversa  
Kedziora 5: sulla sinistra Alex Sandro ha gamba e le incursioni del brasiliano fanno male. Le azioni più pericolose della Juve arrivano quasi tutte dalla sua parte
Mykolenko 6: ingaggia con Chiesa un duello ad alta velocità a tutta fascia. I piedi e la corsa ci sono, da migliorare la fase di interdizione. Perde Chiesa sul gol
Frappart 7: prima donna ad arbitrare una gara di Champions League. Traguardo storico che la francese centra con una direzione all'inglese. Pochi fischi, decisioni rapide e personalità
 
 
IL TABELLINO
JUVE-DINAMO KIEV 3-0
Juve (3-4-1-2): Szczesny; Demiral (24' st Dragusin), Bonucci (17' st Danilo), De Ligt; Chiesa (31' st Kulusevski), Bentancur (31' st Arthur), McKennie, Alex Sandro; Ramsey (17' st Bernardeschi); Morata, Ronaldo.
A disp.: Pinsoglio, Dybala, Cuadrado, Rabiot, Da Graca, Frabotta, Portanova. All.: Pirlo
Dinamo Kiev (4-3-3): Bushchan; Kedziora, Zabarnyi, Popov, Mykolenko (39' st Karavaev); Shepeliev (27' st Garmash), Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov (47' st Lednev), Verbic (27' st Suprayaha), Rodrigues (27' st De Pena).
A disp.: Neshcheret, Boyko, Baluta, Shabanov, Andriyevskiy, Laravaev, Clayton, Syrota. All.: Lucescu
Arbitro: Frappart
Marcatori: 21' Chiesa (J), 12' st Ronaldo (J), 21' st Morata (J)
Ammoniti: Bentancur (J); Zabarnyi, Shaparenko (D)
Espulsi: -
 
LE STATISTICHE
- Cristiano Ronaldo ha segnato il suo 750° gol tra club e Nazionale maggiore; esattamente il 10% del totale è stato realizzato con la maglia della Juventus.
- Cristiano Ronaldo era tornato a segno contro la Dinamo Kiev in Champions League 13 anni e 25 giorni la sua precedente marcatura contro questa avversaria (che risaliva al 2007 con il Manchester United): è il divario più lungo tra una marcatura e l’altra per un giocatore contro un’avversaria nella storia della competizione.
- Cristiano Ronaldo è il secondo giocatore a toccare la soglia dei 50 gol all'Allianz Stadium in tutte le competizioni, dopo Paulo Dybala (a quota 58).
- La Juventus ha trovato il successo in sei delle ultime sette gare casalinghe di Champions League (l’unica eccezione nel periodo è la sconfitta contro il Barcellona ad ottobre).
- La Juventus ha tenuto la porta inviolata in due delle cinque gare di questa Champions League, in entrambe le occasioni in cui ha sfidato la Dinamo Kiev.
- Álvaro Morata ha realizzato il suo record di marcature in una singola edizione di Champions League: sei reti.
- Prima di Álvaro Morata, l’ultimo giocatore della Juventus a segnare almeno sei gol in una fase a gironi di Champions League è stato David Trezeguet, nel 2001/02 (sei).
- Federico Chiesa ha segnato il suo primo gol in Champions League 20 anni e 256 giorni dopo l'ultima rete nella competizione di suo padre Enrico Chiesa (con la Fiorentina contro il Bordeaux, nel marzo 2000).
- Federico Chiesa ha segnato solo due gol di testa tra Serie A e competizioni europeee; prima di quella odierna, era andato a segno con questo fondamentale nel dicembre 2016 contro il Qarabag in Europa League.
- Federico Chiesa è il primo giocatore italiano a segnare e servire un assist nello stesso match di Champions League con la Juventus da Claudio Marchisio, nel novembre 2016 contro il Siviglia.

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>