domenica 3 marzo 2024, ore
VIDEO
VIDEO CONFERENCE - Napoli, Garcia: "Sono arrabbiato, ora so chi sono i miei amici e i miei nemici"
20.10.2023 14:06

CASTEL VOLTURNO (CE) - Rudi Garcia, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference alla vigilia del match contro l'Hellas Verona. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

- Che giorni sono stati con il presidente De Laurentiis?

 

"Sono sereno e tranquillo, non parlo di extra calcio. Dire che non ho apprezzato il dopo Fiorentina e' dire poco. E' stata una mancanza di rispetto nei miei confronti. Ringrazio i tifosi che mi hanno sostenuto, cosi' come i giornalisti. Sono arrabbiato. Non abbiamo fatto tutto bene, ma nemmeno tutto male. Ho trovato questa vicenda sproporzionata, per questo non sono stato contento. Conta il rapporto con la squadra e con i dirigenti, con il presidente che mi ha dato il suo sostegno. Visto che non e' andato tutto bene. Pensavo di avere un atteggiamento piu' collaborativo con la stampa. Avro' una riflessione su questa cosa. L'importante e' vincere a Verona, anche se ne abbiamo tre di gare in una settimana. Sono tutte importanti".

 

- Vedremo qualcosa di diverso nel gioco senza Osimhen?

 

"Non solo Osimhen, ma anche Anguissa. Ho fiducia in chi puo' entrare in corsa. Questa rosa e' costruita con tre punte centrali. C'e' stato il vostro dibattito su Raspadori, se lo consideriamo punta centrale ne ho ancora due. La cosa buona e' che sono differenti i nostri attaccanti. Con Raspadori e Simeone siamo coperti in attacco. C'e' pure Cajuste, che puo' giocare anche mezz'ala e regista. Sostituira' Anguissa".

 

- Come mai si e' rivolto cosi' alla stampa?

 

"Non con tutti, ma con una parte".

 

- Che partita sara' a Verona?

 

"Sara' una partita tosta, dovremo essere bravi nel gioco con la palla ma anche senza la palla. Con il sostegno dei tifosi sara' una gara impegnativa".

 

- Bisogna cambiare qualcosa nella testa piu' che nelle gambe?

 

"Quando vieni da una striscia, dal secondo tempo col Genoa fino al Real Madrid, non puoi dire che c'e' tutto da buttare. Non e' che i giocatori non sono al 100%, abbiamo lavorato sui calci piazzati. Si lavora in video, anche per capire i punti forti. Torna Olivera, abbiamo lavorato sul futuro. I ritiri servono per lavorare su tante cose. Servono soluzioni per affrontare diverse situazioni".

 

- Cosa si aspetta dalla squadra?

 

"Lo stato d'animo, la voglia di vincere. Lo dimostreremo tutti insieme che vogliamo vincere a tutti i costi perche' e' una partita importante".

 

- Come stanno i Nazionali?

 

"A parte Osimhen infortunato, gli altri sono stanchi ma bene. Olivera e' stanchissimo, e' uscito alla fine contro il Brasile". 

 

- Un suo pensiero sulla vicenda delle scommesse...

 

"Preferisco non rispondere su questo argomento, non e' il caso".

 

- Schierera' Rrahmani con Natan?

 

"E' possibile. Abbiamo dovuto far lavorare Amir tutta la settimana, e' tornato, gli manca solo il minutaggio. Puo' giocare sia con Natan che con Ostigard. Sono contento anche della coppia Ostigard-Natan".

 

- I gesti di stizza dei calciatori?

 

"Ci siamo confrontati e chiariti".

 

- Il clima va reso piu' sereno...

 

"Assolutamente, ma adesso so chi sono i miei amici e i miei nemici".

 

- Simeone punta centrale nel 4-3-3 o puo' giocare in coppia con Raspadori?

 

"Si, è una delle possibilità. Puo' giocare centrale come con Raspadori. Abbiamo due giocatori, bravissimi, nelle prossime due partite li vedremo tutti in campo".

 

Antonio Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME VIDEO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>